Il Portogallo dei pescatori, dei contadini, dei pastori puo ostentare tradizioni consolidate nel ambito dell’artigianato

Il Portogallo dei pescatori, dei contadini, dei pastori puo ostentare tradizioni consolidate nel ambito dell’artigianato

E preciso gratitudine ai cucchiai si e sviluppato il gusto dell’intaglio nei molti oggetti e nei legni giacche arredano e iche e nei lavori di gioielleria e ancora una turno dono il moda arabo, insieme motivi geometrici perche talora richiamano quelli degli azulejos. Molto diffusa e l’arte del ricamo, addensato sopra disegni esotici tramandati da tempi oramai antichi: sono famosi, mediante individuare, i prodotti di artigianato confezionati per Guimaraes e le trine e i merletti di Peniche e Vila do Conde. Particolarmente piacevole il merluzzo (bacalao), merluzzo inaridito e custodito presso arguzia. Nelle tascas, osterie tipiche per buon scambio, il piatto forte e il errore di stampa fritto, accompagnato dai prodotti freschi acquistati nei numerosi mercati locali, eppure non mancano pietanze a inizio di carne e zuppe rustiche.

Abilissimi pasticceri, i Portoghesi hanno appreso le loro ricette dagli antichi conventi e i nomi delle leccornie piuttosto diffuse lo ricordano: seno d’angelo, intestino di monaca ecc. La bevanda oltre a diffusa e il vino; famosissimi il Porto e il Madera, conosciuti mediante tutto il puro, nel momento in cui il Clarete (di colore roseo intenso) e stimato particolarmente dalla gente camera.

Civilizzazione: lettere: le origini

I oltre a antichi testi poetici sono le cantigas de amor, di autorita provenzale, le cantigas de amigo, di timore premuroso, e quelle de escarnho e de maldizer, di paura aggressivo e caricaturale. Redatte per ricercato leccapiedi da trovatori e giullari, ma ancora da nobili e monarchi (Alfonso X di Castiglia, Dionigi di Portogallo), ci sono pervenute nei canzonieri di Ajuda, della collezione di libri Vaticana e del etichetta Colocci-Brancuti. Per di piu la produzione letteraria superato annovera le imitazioni e traduzioni dei romanzi del fase bretone: primario, ed attraverso le sue implicazioni morali e religiose, la Demanda do beato Graal. Vi sono appresso gli autori di cronache, come la Relacao da vida da Rainha Santa Isabel, accanto ai trattatisti di costumi cortigiani o familiari (Livro da montaria, Leal conselheiro, Livro da falconaria). La storiografia assume un aria ancora apice per mezzo di le cronache di Fernao Lopes (ca. 1380-ca. 1460) e di Rui de Pina (1440-1522), apologeti dei monarca tuttavia vivaci narratori e pieno interpreti delle trame della politica. Famoso e l’Amadis de Gaula, di comune trecentesco, all’incirca interpretazione dallo iberico, qualora la soggetto cavalleresca assume caratteri di passionalita e di mistica. Per mezzo di Francisco Sa de Miranda (ca. 1481-ca. 1559) nascono le istituzioni letterarie; i sec. XVI e XVII registrano la prontezza dell’umanesimo italiano, francese e ispanico, ma con accentuazioni nazionali. Il passato effettivo libro classico e il Cancioneiro geral (1516) di Garcia de Resende, ricchissima silloge di poesie di vario gamma e di diversi autori.

Formazione: letteratura: Luis Vaz de Camoes

La personalita d’eccezione dell’epoca e nondimeno Luis Vaz de Camoes (1524 ovvero 25-1580) in quanto lascia un’impronta permanente cosi nella ode, dove rielabora sopra modo di proprieta i moduli petrarcheschi, come nell’epica, col illustre poema Os Lusiadas durante cui totale il mondo delle grandi navigazioni e conquiste viene sunto ed esaltato da una libera genio e da una prodigiosa inventiva verbale e musicale perche da al metro (l’ottava) un sollievo raro. Non e solo il successo dello soffio statale, bensi una spettacolo dello identico inclinazione comprensivo per quanto inimicizia eroica oppure tragica nella contesa insieme la ambiente. Il modo vate fu parecchio coltivato: Gabriel Pereira de Castro (1571-1632) scrisse una Ulysseia, Francisco Sa de Menezes(m. 1664) una Malaca conquistada e Braz Garcia da Mascarenhas (1596-1656) il suo elevato Viriato tragico sul primo attore delle lotte lusitane al opportunita della trionfo romana. L’influsso di Camoes e accessibile durante alcuni poemi, tra cui l’Insulana (1635) di Manuel Tomas (1585-1665), dedicata all’isola di Madeira.